AREA PRIVATA


Close

LA TECNICA

  1. CONCETTI FONDAMENTALI
  2. COLPI PRATICOLARI
  3. GIOCO CORTO
  4. TECNICA PER ESPERTI
Close

CONCETTI FONDAMENTALI

  1. ROUTINE
  2. GRIP
  3. ADDRESS
  4. SET-UP
  5. BACKSWING
  6. DOWN & FOLLOW
  7. FINISH
  8. LA MENTE
Close

COLPI PARTICOLARI

  1. PALLA PIU' ALTA
  2. PALLA PIU' BASSA
  3. PALLA IN DISCESA
  4. PALLA IN SALITA
  5. SLICE
  6. HOOK
Close

GIOCO CORTO

  1. APPROCCIO
  2. LOB
  3. CHIP & RUN
  4. PUTT
  5. BUNKER
Close

TECNICA PER ESPERTI

  1. PIANO DELLO SWING
  2. PIANO DELLO SHAFT
  3. CONNESSIONE
  4. EQUILIBRIO DINAMICO
  5. IL PUNCH SHOT
  6. IL DRIVE
  7. IL DIVOT
  8. LA PRECISIONE
  9. COME PRATICARE
Close

CONTATTI

  1. E-MAIL
  2. +393388726152
  3. FACEBOOK
  4. YOUTUBE
  5. LINKEDIN

I POLSI

Durante il movimento i polsi devono essere rilassati, questa e' una delle grandi realta' della tecnica corretta. L' azione dei polsi e' in assoluto la piu' importante per quanto riguarda la lunghezza del tiro e la direzione del colpo. Studi sul movimento hanno rilevato che solamente i polsi generano, se lasciati liberi, il 70 per cento dell' intera velocita' della testa del bastone. La loro importanza per quanto riguarda la direzione del tiro e' ovvia, infatti tutto quello che fanno influenza direttamente la posizione della faccia del bastone. Quando si e' assunto il grip corretto per la propria tecnica le mani tenderanno a tornare esattamente nella posizione di partenza in modo naturale, applicare della tensione puo' solo peggiorare il risultato finale, cioe' il volo della palla. Il caricamento dei polsi e' un dilemma tipico del golfista che ancora non ha capito bene la meccanica del movimento, il caricamento avviene durante il backswing ma quello che e' importante capire e' che nel cambio di direzione per cominciare il downswing (transizione) se i polsi sono rilassati e' il bastone stesso che continuando a salire mentre le braccia iniziano a scendere fa caricare i polsi creando un caricamento massimo durante la discesa e cioe' piu' vicino alla palla dando la possibilita' di generare piu' velocita' al momento dell' impatto. Se i polsi sono rilassati l' effetto frusta che fa fischiare il bastone attraverso l' impatto e' garantito senza dover fare eccessiva fatica. Il ritmo del movimento e' molto importante per poter affermare che quanto detto sopra sia vero dal punto di vista pratico, infatti bisogna dare ai polsi il tempo di caricarsi e scaricarsi in modo che la faccia del bastone possa tornare square al momento dell' impatto. I polsi sono un aspetto della tecnica che da adito a molte teorie, c' chi insegna ACTIVE BODY PASSIVE HANDS, cioe' un azione ridotta dei polsi in confronto a quella del tronco, cio' per limitare la probabilita' di avere una faccia del bastone non square al momento dell' impatto ma consiglio questo sistema solo a chi ha una schiena ben allenata e sciolta durante tutto l' anno. Ricordate che i polsi possono stare comodamente rilassati solo quando si ha una certa confidenza col bastone, e' probabilmente una delle cose che si impara da ultimo, tenere le braccia ed i polsi morbidi implica una grande sicurezza nelle proprie capacita' ed una grande sensibilita' con tutti quei muscoli che costituiscono gli arti superiori. Dedicate ore di pratica per riuscire a tenere i polsi ed i gomiti morbidi senza perdere la pressione delle dita sul grip. Quando si riesce a giocare a Golf facendo pressione solo con le dita, si riesce finalmente a colpire la palla con estrema facilita' senza ammazzarsi di fatica, esattamente come fanno i grandi campioni.

IMPARARE IL GOLF CON LE LEZIONI VIDEO



MOTORE DI RICERCA PER GOLFISTI