AREA PRIVATA


Il golf è come gli affari di cuore, se non lo prendi seriamente non è divertente, se lo prendi troppo seriamente ti spezza il cuore.

Arnold Daly
Close

LA TECNICA

  1. CONCETTI FONDAMENTALI
  2. COLPI PRATICOLARI
  3. GIOCO CORTO
  4. TECNICA PER ESPERTI
Close

CONCETTI FONDAMENTALI

  1. ROUTINE
  2. GRIP
  3. ADDRESS
  4. SET-UP
  5. BACKSWING
  6. DOWN & FOLLOW
  7. FINISH
  8. LA MENTE
Close

COLPI PARTICOLARI

  1. PALLA PIU' ALTA
  2. PALLA PIU' BASSA
  3. PALLA IN DISCESA
  4. PALLA IN SALITA
  5. SLICE
  6. HOOK
Close

GIOCO CORTO

  1. APPROCCIO
  2. LOB
  3. CHIP & RUN
  4. PUTT
  5. BUNKER
Close

TECNICA PER ESPERTI

  1. PIANO DELLO SWING
  2. PIANO DELLO SHAFT
  3. CONNESSIONE
  4. EQUILIBRIO DINAMICO
  5. IL PUNCH SHOT
  6. IL DRIVE
  7. IL DIVOT
  8. LA PRECISIONE
  9. COME PRATICARE
Close

CONTATTI

  1. E-MAIL
  2. +393388726152
  3. FACEBOOK
  4. YOUTUBE
  5. LINKEDIN

RACCONTI COMICI SUL GOLF ITALIANO

GOLFISTI (racconto comico)
GIACOMINO, IL CADDIE DEL BARDAROLO (racconto comico)
IL GOLF NELLA STORIA (tutto vero, istruttivo)
GOLFAE MALEFICIUM(ecco perchè giochiamo male)
IL SOCIO ITINERANTE(comico reale)
GOLF 2.0 (management)
CIRCOLI 2.0 (management)
CONOSCERE IL GOLF (dispensa)
GOLF CLUB MAGAZINE (tecnica)

GOLFAE MALEFICIUM

Ci fu un tempo, pare incredibile ma quel tempo ci fu, in cui la palla da golf volava sempre dritta verso il bersaglio.
Gli arcieri che si divertivano a colpire i bersagli con le loro frecce trovavano ancor più divertente farlo con le palline da golf.
Quelle magiche palline, prima di legno e poi di pelle, andavano più lunghe e più dritte delle loro frecce, fu così che James II nel 1457 dovette mettere al bando il gioco del golf in quanto distraeva i soldati scozzesi dal tiro con l’arco; le palline potevano essere più precise ma non erano così “mortali”. Ci volle più di un secolo per togliere il divieto ma poi anche il re dell’epoca, James VI si appassionò al gioco del golf e quando una cosa appassiona gli aristocratici immediatamente appassiona anche chi aristocratico non è. Fu così che ricchi, soldati, borghesi e poveracci si riversarono in massa sui link del Fife per giocare a golf uno contro l’altro.
Alle donne, invece, giocare a golf venne vietato tassativamente.
Mary Stuart la mamma del re James VI fu un’assidua giocatrice ma fu imprigionata per 20 anni e nel 1587 venne condannata a morte perché ritenuta troppo libera e lasciva; per le donne dell’epoca non era salutare giocare a golf! Fra i giocatori più assidui nei links di St.Andrews ci fu un certo Callum Macduff, il golfista più ammirato dell’epoca, solo nel 1586 fece il record di 18 hole in one alla buca più lontana dal paese e più vicina al mare, venne chiamata High (In). La High (In) era la buca più gettonata perché si poteva giocare senza essere visti dalle mogli, ogni tanto qualcheduna provava a scollinare ma fra i vari compiti dei caddie c’era quello di guardare verso il paese e se qualche gonnella svolazzante e infuriata si fosse avvicinata troppo il caddie avrebbe suonato il corno, dopodiché tutti sapevano cosa fare e anche il re James VI faceva la sua parte fingendo di dare ordini militari a tutti gli “ex” giocatori di golf, per il resto invece c’era chi cominciava a tirare con l’arco, chi a marciare, chi a fare a spadate. James VI aveva una bellissima moglie, Anna di Danimarca, la lasciava spesso sola e anche le nozze le fece per procura mandando il Conte Maresciallo George Keith a rappresentarlo.
Anna pensava che James fosse gay, purtroppo per lei la verità era assai peggiore: suo marito era un golfista.
Anna, abbandonata a causa del golf, decise di andare in Inghilterra dove mise su uno dei salotti letterari più ambiti d’Europa.
Anna era una nobile e poteva farlo, ma le altre mogli? Intanto le pantomime messe su da James VI e amici per convincere le mogli che stessero addestrandosi a sconfiggere un nemico proveniente dal mare persero di efficacia.
La moglie di Callum Peterson, Agnes Sampson, era una popolana che su ordine di Anna di Danimarca aveva messo su un comitato di donne e si era decisa a farla pagare cara, sia al re che agli altri mariti. Le palle da golf continuavano a volare sempre più dritte, solo colpi di vento e rimbalzi potevano deviarle, il record degli hole in one di Callum era diventato famoso in ogni angolo di Scozia e tutti si riversavano sempre più spesso sulla High (In), la buca più lontana dal paese e più vicina al mare, per provare ad emularlo. Qualcosa però cominciò a cambiare, alcune palle sembrarono essere diventate maledette, non andavano più dritte, anzi sembravano andare storte anche quando colpite bene e persino prendere il green cominciò a diventare un’impresa. I golfisti si riunirono insieme al re James VI nell’intento di capire cosa stesse succedendo al loro gioco preferito e dopo accesi dibattiti su “giro bene le spalle?”, “sto spostanodo il peso?”, “il grip è corretto?”, stabilirono che i loro swing erano perfetti e che solo una maledizione poteva far andare le palle così storte.
Per il paese di St.Andrews, cominciò a girare la parola maledizione più di prima, si diceva che le donne si fossero riunite in gruppo per maledire le palline da golf e che Agnes fosse a capo di quelle stregacce. Nei giorni freddi e piovosi della Scozia del tempo venivano viste andare a giro sempre più spesso, giravano per i vicoli bui in cerca di ogni singola pallina da golf, le cercavano nei negozi, per le strade, a casa, poi ogni singola palla veniva toccata con un dito e quindi maledetta. Le palle che andavano dritte erano sempre meno, chi ne era in possesso se la teneva stretta e non l’abbandonava mai, c’era chi la portava anche in bagno e chi la teneva sotto il cuscino mentre dormiva. James VI, incoraggiato dagli amici golfisti, dette inizio alla più grande caccia alle streghe che si fosse mai vista in tutta Europa.
Golfisti con le mani nei capelli, disperati e delusi, cominciarono ad accusare le proprie mogli di stregoneria. Era il 1590, in quest’anno cominciò la Witch Hunt, le mogli, dopo essere state abbandonate per il golf, vennero accusate di stregoneria, condannate e torturate. Anche Callum Macduff, il detentore del record degli hole in one alla High (In) non batté ciglio quando presero sua moglie Agnes per interrogarla e torturarla, al processo partecipò attivamente anche il re James VI.
“Dicci strega, cosa hai fatto con le tue amiche alle nostre palline?”
Agnes, sorridendo, sussurò all’orecchio del re qualcosa, ancora oggi non sappiamo cosa gli disse ma James ne rimase sconvolto e cominciò a urlare iracondo: “Mai più dritte? Mai più dritte? Questo maleficio deve essere fermato.” Il 28 gennaio 1591 Agnes Sampson venne messa al rogo alla Witch Hill, una collinetta vicina all’attuale primo tee dell’Old Course.
Tutta St.Andrews era in attesa che Agnes bruciasse definitivamente nella speranza che la maledizione avesse fine.
Agnes Sampson si voltò verso la High (In), l’attuale buca undici dell’Old Course e poco prima di morire urlò la sua maledizione a tutte le palle da golf di sempre: “Golfistas maledictus sum, sphericula golfae que nunquam ire per iterum dericto”.
Poi si voltò verso il marito e gli disse: “Callum, tu hai scatenato tutto questo e tu sarai colpevole insieme a me, solo quando la tua abilità verrà eguagliata in questo giorno maledetto, soltanto allora la maledizione avrà fine”.
Agnes bruciò.
Il re, Callum e gli altri mariti golfisti si guardarono spaventati, speravano che quel rogo avesse risolto il tutto e che la maledizione non avesse avuto effetto. Corsero come dei forsennati verso la High (In), colpirono le loro palle ma queste continuarono ad andare storte, le colpirono di continuo fino a notte fonda, sempre più forte e con le lacrime agli occhi ma purtroppo per loro e per tutti i golfisti a venire la maledizione aveva avuto effetto.
In futuro nacquero i primi maestri, continuarono a migliorare i bastoni e a cambiare la costruzione delle palline, ma niente fu più come prima.
La maledizione, ancora oggi, può essere annullata solo da colui che il 28 gennaio farà hole in one alla High (In), la buca undici di St.Andrews, la più lontana dal paese e la più vicina al mare.

*****


Questo racconto è basata su una serie di cose vere, che sono:
-Golf fu bandito da James II
-Agnes Sampson è stata condannata per stregoneria e messa al rogo il 28 gennaio 1591
-James VI fu veramente partecipe all’interrogatorio e Agnes veramente gli sussurò qualcosa all’orecchio che sconvolse il re
-James VI era omosessuale
-Mary Stuart giocava a golf e venne rinchiusa in Inghilterra
-Non partecipò alle nozze ma mandò per procura Keith
-Il 1590 iniziò la caccia alle streghe più grande che ci fosse mai stata
-La 11 di St.Andrews (High In) è veramente la buca più lontana dal paese e più vicina al mare
- La buca 11, nonostante sia un par 3, è talmente difficile che viene ritenuta il par 5 più corto di Scozia
-Anna di Danimarca abbandonò per molto tempo la Scozia e andò in Inghilterra per creare il salotto lettarario
-La Witch Hill si trova vicino al tee della uno di St.Andrews

ISCRIVITI E ACCEDI ALL′AREA PRIVATA PER

IMPARARE IL GOLF CON LE LEZIONI VIDEO



MOTORE DI RICERCA PER GOLFISTI