Update cookies preferences



AREA PRIVATA


Close

LA TECNICA

  1. CONCETTI FONDAMENTALI
  2. COLPI PRATICOLARI
  3. GIOCO CORTO
  4. TECNICA PER ESPERTI
Close

CONCETTI FONDAMENTALI

  1. ROUTINE
  2. GRIP
  3. ADDRESS
  4. SET-UP
  5. BACKSWING
  6. DOWN & FOLLOW
  7. FINISH
  8. LA MENTE
Close

COLPI PARTICOLARI

  1. PALLA PIU' ALTA
  2. PALLA PIU' BASSA
  3. PALLA IN DISCESA
  4. PALLA IN SALITA
  5. SLICE
  6. HOOK
  7. DAL TERRENO BAGNATO
Close

GIOCO CORTO

  1. APPROCCIO
  2. LOB
  3. CHIP & RUN
  4. PUTT
  5. BUNKER
Close

TECNICA PER ESPERTI

  1. PIANO DELLO SWING
  2. PIANO DELLO SHAFT
  3. CONNESSIONE
  4. EQUILIBRIO DINAMICO
  5. IL PUNCH SHOT
  6. IL DRIVE
  7. IL DIVOT
  8. LA PRECISIONE
  9. COME PRATICARE
  10. I FIANCHI
Close

CONTATTI

  1. E-MAIL
  2. +393388726152
  3. FACEBOOK
  4. YOUTUBE
  5. LINKEDIN
IL MOVIMENTO DEI FIANCHI
Uno dei movimenti più incompresi, attenzione a farlo male! Si perde in consistenza e si stressa la schiena.
Allenarlo correttamente aumenta esponenzialmente l'efficacia dello swing e la sinergia fra gambe e corpo trasferendo al bastone molta più energia di quello che si può sperare con la sola forza fisica.
COSA E'
Sicuramente, insieme al backswing, l'argomento riguardante la tecnica dello swing di cui si parla maggiormente.
Essendo la parte del golf che sta in mezzo fra il gioco delle gambe e il tronco tende a influenzarli entrambi e ha il compito di ottimizzarne la sinergia.
E' uno dei movimenti più personalizzabili, soprattutto sulla quantità di rotazione, gli stessi grandi giocatori che vediamo vincere cambiano la quantità di rotazione a seconda del colpo oppure a seonda dello stato di forma fisico.

COME FARLO
All'address i fianchi sono leggermente più verso il bersaglio, per intendersi il cavallo dei pantaloni deve essere pochi centimetri più vicino al piede sinistro, questo è uno degli elementi che permette di creare quell'asimmetria necessaria per gli swing più lunghi e veloci.
Una cosa molto importante è che i fianchi, all'apice del backswing, abbiano ruotato meno delle spalle, non affaticate la schiena cercando di limitarne la rotazione, farete tanta fatica e limiterete anche la rotazione delle spalle, cosa che nel gioco lungo potrebbe essere molto negativa.
Nel downswing non anticipate la rotazione dei fianchi, mai.
Quel “finissimo” movimento che si vede fare ai grandi giocatori viene generato da un appoggio del peso sul piede sinistro, quindi i fianchi inizialmente devono muoversi per effettuare una traslazione e non una rotazione.
Per intendersi il divario di rotazione che c'è fra fianchi e spalle all'impatto è minore di quello che c'è all'apice del backswing, infatti già nel follow-through le spalle recuperano i fianchi per poi andare a scaricare ruotando molto di più.

UN MIO CONSIGLIO
Non cercate mai di iniziare il downswing con la rotazione dei fianchi, cercate invece di appoggiare il peso sul piede sinistro, come in tutti i gesti atletici di qualsiasi sport si deve prima appoggiare il peso e poi eseguire il gesto tecnico.
Eseguire una rotazione troppo veloce dei fianchi stressa inutilmente la schiena e può generare quella tanto odiata spalla destra in “avanti” con cui molti giocatori si trovano a lottare molto spesso.
Guarda un altro argomento

IMPARARE IL GOLF CON LE LEZIONI VIDEO



MOTORE DI RICERCA PER GOLFISTI