AREA PRIVATA


Close

LA TECNICA

  1. CONCETTI FONDAMENTALI
  2. COLPI PRATICOLARI
  3. GIOCO CORTO
  4. TECNICA PER ESPERTI
Close

CONCETTI FONDAMENTALI

  1. ROUTINE
  2. GRIP
  3. ADDRESS
  4. SET-UP
  5. BACKSWING
  6. DOWN & FOLLOW
  7. FINISH
  8. LA MENTE
Close

COLPI PARTICOLARI

  1. PALLA PIU' ALTA
  2. PALLA PIU' BASSA
  3. PALLA IN DISCESA
  4. PALLA IN SALITA
  5. SLICE
  6. HOOK
Close

GIOCO CORTO

  1. APPROCCIO
  2. LOB
  3. CHIP & RUN
  4. PUTT
  5. BUNKER
Close

TECNICA PER ESPERTI

  1. PIANO DELLO SWING
  2. PIANO DELLO SHAFT
  3. CONNESSIONE
  4. EQUILIBRIO DINAMICO
  5. IL PUNCH SHOT
  6. IL DRIVE
  7. IL DIVOT
  8. LA PRECISIONE
  9. COME PRATICARE
Close

CONTATTI

  1. E-MAIL
  2. +393388726152
  3. GOLF CLUB SAN MINIATO
  4. TWITTER
  5. FACEBOOK
  6. YOUTUBE
  7. SKYPE
  8. LINKEDIN

LA ROTAZIONE

La rotazione e' l' anima del movimento.
Ogni volta che si vuol colpire la palla nel modo corretto il tronco deve ruotare intorno al proprio asse.
Spesso questo concetto semplice porta a porsi delle domande a mio avviso importanti perche' per molti anni si e' pensato a quale fosse la quantita' giusta di rotazione per colpire bene la palla.
La cosa da chiarire subito e' che non si deve essere degli atleti per ruotare nella maniera corretta.
Il tronco deve ruotare quel tanto che basta per dare la schiena all' obiettivo, quindi meno di 90, perche' cosi' il bastone si trova piu' lontano dall' obiettivo rispetto al giocatore, cioe' nel lato perfetto per cominciare a prendere velocita' e spingere la palla verso l' obiettivo.
Nell' effettuare la rotazione nel backswing ricordate che non e' importante tenere le gambe ferme, anzi se il loro movimento da fluidita' e genera movimento (quindi velocita') il loro movimento e' particolarmente consigliato.
E' vero che i fianchi fanno una rotazione minore delle spalle ma comunque la fanno, ed anche qua non e' importante quanto, i famosi 45 sono solamente un dato geometrico che non tiene conto della costituzione fisica del singolo giocatore quindi va preso anche questo come un dato indicativo che se tenuto in considerazione in modo eccessivo puo' creare grandi complicazioni nell' apprendimento dello swing.
La rotazione nel backswing crea i presupposti per un impatto veloce ma e' con il downswing che la velocita' generata viene trasferita sulla palla e quindi si deve cominciare a ruotare verso l' obiettivo con tutto il corpo in modo fluido.
Esiste una sequenza che generalmente e' la migliore perche' crea i presupposti balistici perfetti per un ottimo volo di palla, tale sequenza e' basata sul fatto che prima scendono le braccia dando un spinta verso il basso aumentando la stabilita' sui piedi, e poi ruota il tronco verso il bersaglio.
I fianchi dovrebbero ruotare prima delle spalle per liberare loro la strada e non rappresentare un freno durante l' impatto dove la loro rotazione anticipata verso l' obiettivo dara' una ulteriore possibilita' di slancio fino alla fine del movimento.
Sul finale i riferimenti tecnici che ci garantiscono una rotazione sufficiente sono l' ombelico al bersaglio ed il bastone dietro la schiena.
Se si e' abbastanza elastici lo sterno puo' puntare anche piu' a sinistra del bersaglio per effetto dello slancio delle braccia.

IMPARARE IL GOLF CON LE LEZIONI VIDEO



MOTORE DI RICERCA PER GOLFISTI