AREA PRIVATA


Close

LA TECNICA

  1. CONCETTI FONDAMENTALI
  2. COLPI PRATICOLARI
  3. GIOCO CORTO
  4. TECNICA PER ESPERTI
Close

CONCETTI FONDAMENTALI

  1. ROUTINE
  2. GRIP
  3. ADDRESS
  4. SET-UP
  5. BACKSWING
  6. DOWN & FOLLOW
  7. FINISH
  8. LA MENTE
Close

COLPI PARTICOLARI

  1. PALLA PIU' ALTA
  2. PALLA PIU' BASSA
  3. PALLA IN DISCESA
  4. PALLA IN SALITA
  5. SLICE
  6. HOOK
Close

GIOCO CORTO

  1. APPROCCIO
  2. LOB
  3. CHIP & RUN
  4. PUTT
  5. BUNKER
Close

TECNICA PER ESPERTI

  1. PIANO DELLO SWING
  2. PIANO DELLO SHAFT
  3. CONNESSIONE
  4. EQUILIBRIO DINAMICO
  5. IL PUNCH SHOT
  6. IL DRIVE
  7. IL DIVOT
  8. LA PRECISIONE
  9. COME PRATICARE
Close

CONTATTI

  1. E-MAIL
  2. +393388726152
  3. GOLF CLUB SAN MINIATO
  4. TWITTER
  5. FACEBOOK
  6. YOUTUBE
  7. SKYPE
  8. LINKEDIN

IL TAKE-AWAY

Le caratteristiche tecniche di un movimento sono prevedibili gia' dalla routine e dall' address ma con il take-away si puo' essere certi della tecnica adottata da un giocatore per affrontare questo gioco cosi' affascinante.
Non e' interesse di questa rubrica parlare delle varie tecniche di inizio del movimento ma piuttosto si preferisce illustrare quello che deve essere fatto sicuramente.
Per cominciare bisogna sapere che lo scopo di un buon take-away e' quello di mettere in moto i muscoli che vorremo utilizzare per eseguire il resto del movimento, per questo una persona atletica potra' cercare di muovere il bastone con i grandi muscoli della schiena e con i polsi immobili mentre una persona dalla vita sedentaria e poco atletica dovra' utilizzare il caricamento dei polsi per dare al bastone quella inerzia iniziale decisamente utile per continuare il movimento con armonia e ritmo.
E' bene sapere pero' che qualsiasi sia la tecnica scelta tutti i giocatori dovrebbero conservare la distanza che c'e' alla partenza fra mani e sterno e dovrebbero cercare di staccare il bastone lungo la linea di tiro cercando di strofinare la suola del bastone sull' erba almeno per i primi 20 cm e continuare poi con la rotazione del tronco fino a trovarsi col bastone a lato della tasca destra.
Altro punto importante e' che le spalle dovranno muoversi sul piano ortogonale a quello del tronco pertanto la spalla sinistra si dovra' trovare leggermente piu' bassa della destra.
L'azione delle gambe deve essere del tutto passiva e per niente enfatizzata da ginocchia iper-attive, lo scopo delle gambe e' come sempre quello di dare solidita' alla parte superiore e di non rappresentare un freno per la rotazione del tronco.
Se le ginocchia tendono a muoversi fatele pure muovere ma se riuscite a ruotare comodamente anche lasciandole ferme non vi e' nessun problema.
Quello che e' stato detto fino ad ora e' cosa si deve fare in un qualsiasi buon take-away, ma per capire meglio adesso verra' spiegato il perche' questi punti sono cosi' importanti.
1) Strofinare la suola del bastone sul terreno lungo la linea di tiro per i primi 20 cm serve a mentenere l' ampiezza del movimento almeno nel primo tratto quando il bastone non ha velocita' e l' assenza di forza centrifuga renderebbe semplice avvicinare il grip al tronco perdendo la lunghezza della leva (cioe' l'estenzione del braccio sinistro) e la connessione spalle-mani (per saperne di piu' vai a menu-avanzato-connessione).
2) La rotazione del tronco come secondo evento e' un fattore essenziale se si pensa di voler dare la schiena all' obiettivo all' apice del backswing.
In questo momento, si puo' scegliere insieme al mestro se caricare i polsi o se e' meglio aspettare che il bastone sia salito ancora un po'.
La rotazione del tronco e' alla base della forza centrifuga del bastone e quindi di quell' ampiezza del movimento che deve inevitabilmente essere presente per essere dei buoni giocatori.
Ruotare il tronco e' anche il sistema ottimale per portare il bastone a destra, il backswing ed il take-away sono fatti per portare il bastone a destra, cioe' dalla parte opposta a quella verso la quale si vuole tirare, insomma,.
.
.
servono per prendere la rincorsa.
La rotazione porta il peso delle braccia e del bastone a destra facendo sentire una maggior pressione sul piede destro senza per questo aver spostato l' asse di gioco.
3) Mantenere l' asse di gioco che si e' creato alla partenza e' di vitale importanza se si vuole avere pochi problemi nel downswing, per questo le spalle si muoveranno su di un piano inclinato ( e molto scomodo per i principianti) facendo si che ad una posizione corretta all' address della testa corrisponda una spalla sinistra sotto il mento nel take-away.
Un altro grande vantaggio di un take-away eseguito sullo stesso asse di partenza e' la mancanza di spostamenti di pesi troppo grandi che renderebbero il downswing lento e goffo.
(La rotazione su 2 assi e' solitamente un movimento che viene adottato da alcuni giocatori molto esperti e con grande ritmo ma quasi sempre per una dote naturale e non per insegnamento tecnico, oggi grazie alla preparazione atletica ed al club-fitting e' sempre piu' raro vedere qualcuno che sposta l'asse di gioco a destra sul backswing ed a sinistra sul finale).

IMPARARE IL GOLF CON LE LEZIONI VIDEO



MOTORE DI RICERCA PER GOLFISTI