AREA PRIVATA


Close

LA TECNICA

  1. CONCETTI FONDAMENTALI
  2. COLPI PRATICOLARI
  3. GIOCO CORTO
  4. TECNICA PER ESPERTI
Close

CONCETTI FONDAMENTALI

  1. ROUTINE
  2. GRIP
  3. ADDRESS
  4. SET-UP
  5. BACKSWING
  6. DOWN & FOLLOW
  7. FINISH
  8. LA MENTE
Close

COLPI PARTICOLARI

  1. PALLA PIU' ALTA
  2. PALLA PIU' BASSA
  3. PALLA IN DISCESA
  4. PALLA IN SALITA
  5. SLICE
  6. HOOK
Close

GIOCO CORTO

  1. APPROCCIO
  2. LOB
  3. CHIP & RUN
  4. PUTT
  5. BUNKER
Close

TECNICA PER ESPERTI

  1. PIANO DELLO SWING
  2. PIANO DELLO SHAFT
  3. CONNESSIONE
  4. EQUILIBRIO DINAMICO
  5. IL PUNCH SHOT
  6. IL DRIVE
  7. IL DIVOT
  8. LA PRECISIONE
  9. COME PRATICARE
Close

CONTATTI

  1. E-MAIL
  2. +393388726152
  3. GOLF CLUB SAN MINIATO
  4. TWITTER
  5. FACEBOOK
  6. YOUTUBE
  7. SKYPE
  8. LINKEDIN
L' APPROCCIO
Spesso ci si trova ad approcciare perche' si e' mancato il green con il ferro e quindi un bogey sembra inevitabile, con l' approccio tutto cio' non e' piu' vero perche' oggi si conosce la tecnica che permette di toccare la palla nel migliore dei modi per farla fermare vicino alla buca.
E' certo che oltre la tecnica l' approccio richiede anche una buona dose di sensibilita' e di fantasia supportata da una vasta esperienza per prevedere i rimbalzi che fara' la palla.
Anche la ricca varieta' di wedge che oggi sono in circolazione permettono di pretendere tanto da questo colpo anche se non si e' dei professionisti
IL CORPO
Dalla posizione normale che si prende per colpire la palla con un ferro qualsiasi si avvicina il piede destro al sinistro lasciando che le mani vadano nel nuovo centro dei piedi che sara' per forza di cose a sinistra della palla.
Il grip e la posizione del corpo sono sempre uguali al resto del gioco, ma se l' approccio e' molto corto e' meglio impugnare il bastone piu' in basso e assumere una posizione piu' raccolta (vedi chip and run).
La posizione delle braccia e' sempre la solita ed anche la testa conserva lo stesso atteggiamento continuando a guardare la palla da destra.
La faccia del bastone deve continuare a mirare al bersaglio mentre le linee del corpo possono mirare leggermente piu' a sinistra per assicurare un follow-through rilassato ed un backswing piu' corto.

LA MECCANICA
La cosa piu' importante e' tirare piano e per fare cio' si deve muovere il bastone sotto le spalle.
I polsi continuano a stare rilassati ma la loro azione deve essere minore per non generare troppa velocita' della testa del bastone attraverso l' impatto.
Lo sguardo deve essere fisso a terra fino a che non si sente la palla atterrare.
Per addolcire il tocco e per far fare alla palla una parabola alta e lenta ricordatevi sempre di arrivare a toccare l' erba sotto la palla al momento dell' impatto, se rilassate le braccia cio' avverra' con estrema dolcezza.
Azionare il ginocchio destro come sul gioco lungo vi garantira' un tocco solido dove tutto il corpo partecipa al momento dell' impatto.

UN MIO CONSIGLIO
Tutto quello che viene fatto sull' approccio ha lo scopo di tirare piano evitando di fare la zolla prima della palla perche' con la bassa velocita' della testa del bastone non si riuscirebbe a fare nemmeno un metro.
Vi consiglio di mettere lo sterno a sinistra della palla avvicinando il piede destro al sinistro e mettendo il 60 per cento del peso sulla gamba sinistra.
Se non avete una grande sensibilita' cercate di tenere i polsi fermi.
L' errore entro il quale dovreste rimanere e' del 10 per cento della distanza, in un approccio di 50 metri dovreste mettere 10 palle su 10 a meno di 5 metri.
.php" target="_self" data-role="button" data-theme="a" data-icon="star" data-mini="true">Guarda un altro argomento

IMPARARE IL GOLF CON LE LEZIONI VIDEO



MOTORE DI RICERCA PER GOLFISTI